Sul set con Alessandro Castagna e Mario Venuti!

Non ci sono ancora commenti

Siamo stati entusiasti di assistere Alessandro Castagna sul set di Motore di Vita, il nuovo album di Mario Venuti, per il quale ha curato fotografia e concept.

Lasciamo la parola ad Alessandro che ci racconta come nasce il progetto creativo e quali strumenti di ripresa e illuminazione ha scelto.

Ho ideato queste immagini del nuovo disco basandomi su concetti venuti fuori dialogando apertamente con Mario. Ho voluto ascoltare direttamente dall’artista ciò che aveva scritto nei brani, i suoi pensieri, le sue scelte stilistiche, e quello a cui si era ispirato. Da qualche tempo ragionavo sull’idea di proporgli un aspetto più intimo e personale, immagini che non svelassero non solo dal punto di visto fisico ma anche intellettuale ciò che è più nascosto. Era un mio desiderio, l’ho proposto a Mario, che ha pienamente colto l’impronta concettuale primordiale.
Questo nuovo lavoro che lui stesso definisce “orgogliosamente pop”, lo riporta ad un un rinnovato gusto per la vita, ad una voglia di riappropriarsi del proprio corpo, della danza, del gusto, ad una ritrovata sensualità.
Hasselblad H6D-50La mia visione era chiara, volevo uno schema preciso, forte, immediato, che cogliesse il corpo nella sua forma migliore, la nudità.
Il mio concetto si è basato sul corpo e sui dettagli del corpo, cercando di enfatizzare l’aspetto della perfezione nella non-perfezione naturale che caratterizza ognuno di noi. La scelta dello sfondo bianco e del bianco e nero mi ha aiutato ad isolare le figure concettuali che avevo in mente, e che sono state realizzate.
Ho ragionato su come poter ottenere anche la maggiore qualità da questi scatti, per non “nascondere” nulla e far si che tutto potesse essere chiaro e “leggibile”. Ho pensato subito ad una camera medio formato, che avrebbe potuto darmi quello di cui avevo bisogno per quanto riguarda definizione e perfomance sul set. L’Hasselblad H6D-50 mi ha permesso di lavorare in piena autonomia senza nulla togliere all’aspetto naturale di dialogo con il soggetto, di essere rapido, comodo ed efficace. Quanto all’illuminazione, ho utilizzato 2 Profoto B1 per lo sfondo e 1 Pro B-3 come luce principale con 1 Softbox Profoto 5’ Octa.
DgTales mi ha fornito tutto quello di cui avevo bisogno, è stato un partner tecnico fondamentale ed eccellente non solo dal punto punto di vista dell’attrezzatura ma anche di supporto sul set. Grazie ad Andrea Friuli che mi è stato accanto durante tutto lo shooting. Un ringraziamento particolare va sicuramente a Pino Friuli e Vanna Aquaro, persone e professionisti che stimo molto. Mi hanno dato tutto il sostegno necessario e l’assistenza tecnica che mi serviva.

 

La testimonianza di Alessandro, che ringraziamo a nostra volta, ci restituisce il grande piacere di aver scelto questo mestiere, di farlo al nostro meglio. Di seguito il video del backstage e gli scatti realizzati.

 

“In principio non è stato il verbo,
è stato il movimento.
Il corpo guida l’anima.
La cura è la musica.”

Mario Venuti, Motore di Vita

 

 


Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + 7 =