FUJIFILM X-H1

La fotocamera più performante della gamma Serie X

L’unione di un corpo robusto e durevole con una qualità d’immagine superiore e semplicità d’uso. FUJIFILM X-H1 è la prima fotocamera della Serie X a includere il sistema di stabilizzazione dell’immagine (IBIS) a 5 assi fino a 5,5 stop*1 e la nuova simulazione pellicola “Eterna” per straordinarie riproduzioni video. 

FUJIFILM X-H1 è la fotocamera dalle prestazioni più elevate nella gamma di fotocamere mirrorless della Serie X, nota per la sua superiore qualità di immagine creata utilizzando la tecnologia proprietaria di riproduzione dei colori di FUJIFILM. Con un corpo robusto e resistente di nuova concezione, quest’ultimo modello incorpora una gamma di funzioni estremamente utili che supportano le riprese in differenti situazioni richieste da fotografi professionisti e videomaker.

X-H1 è la prima fotocamera della Serie X che include l’ultimo sistema di stabilizzazione dell’immagine in-body a 5 assi (IBIS) fino a 5,5 stop*1 e una modalità di riduzione dello sfarfallio che migliora la qualità della fotografia sportiva indoor.

X-H1 consente l’uso della stabilizzazione dell’immagine a 5 assi fino ad un massimo di 5 stop con la corrente gamma di obiettivi FUJINON XF, a eccezione di alcune ottiche*2. Inoltre, la fotocamera sarà compatibile con altre ottiche disponibili sul mercato entro il 2018, ovvero gli obiettivi cinematografici professionali MKX18-55mmT2.9 e MKX50-135mmT2.9, dotati di attacco X Mount (commercializzazione prevista da giugno 2018), l’ottica XF200mmF2 R LM OIS WR, un luminoso teleobiettivo a focale fissa, e XF8-16mmF2.8 R WR, progettato per soddisfare esigenze di riprese panoramiche e paesaggistiche (entro fine anno 2018). Queste novità offriranno eccezionali risultati in termini di qualità d’immagine e si confermeranno ideali per la fotografia sportiva.

Per la notizia stampa del sito ufficiale Fujifilm Italia potete accedere direttamente qui

Caratteristiche Tecniche

Stabilizzazione dell’immagine in-body (IBIS) fino a 5,5 stop*1

Il primo sistema di stabilizzazione integrato (IBIS) all’interno di una fotocamera della Serie X, utilizza tre accelerometri assiali, tre sensori giroscopici assiali e un doppio processore appositamente sviluppato. Unendo tutto questo, la fotocamera raggiunge l’elevata velocità di circa 10.000 calcoli al secondo che, insieme ai meccanismi di compensazione, garantisce una qualità dell’immagine e una precisione senza compromessi, con le prestazioni descritte di seguito.

Tali innovazioni tecniche sono state sviluppate per supportare prestazioni di alta precisione:

  • Un dispositivo di misurazione laser viene utilizzato durante il processo di produzione dell’unità di stabilizzazione dell’immagine, controllando la planarità e la posizione dei componenti con una precisione doppia rispetto ai componenti standard.
  • Il processo di assemblaggio comprende anche l’ispezione e la regolazione di ogni singola fotocamera per garantire che, anche quando viene utilizzata la stabilizzazione dell’immagine, la posizione parallela del sensore sia ottenuta con una precisione nell’ordine dei micron, come nei modelli precedenti.
  • È stato inoltre incluso un nuovo meccanismo a molla per ridurre le micro vibrazioni causate dal funzionamento dell’otturatore meccanico.
  • Il fotografo può anche scegliere di utilizzare l’otturatore elettronico sulla prima tendina o l’otturatore elettronico, eliminando virtualmente l’effetto delle vibrazioni per massimizzare i benefici della stabilizzazione d’immagine.

X-H1 è dotata di sensore APS-C X-Trans™ CMOS III*3 (24,30 milioni di pixel, senza filtro passa-basso) e di motore di elaborazione delle immagini ad alta velocità X-Processor Pro. Questa tecnologia proprietaria FUJIFILM è stata implementata per la prima volta nelle fotocamere X-Pro2 e X-T2, ricevendo numerosi riconoscimenti a livello globale. La commistione di obiettivi FUJINON di altissima qualità e l’esclusiva tecnologia di riproduzione del colore sviluppata da FUJIFILM in oltre 8 decenni, rende X-H1 capace di restituire immagini di eccezionale qualità, riproducendo i minimi dettagli del soggetto, esaltandone la texture, la struttura tridimensionale e valorizzando l’atmosfera della scena.

 

Corpo estremamente robusto, mirino ad alte prestazioni e operabilità migliorata.

Oltre a garantire la resistenza a polvere e acqua e la possibilità di operare con temperature fino a -10°C, la fotocamera utilizza una lega di magnesio del 25% più robusta rispetto a X-T2. FUJIFILM ha anche modificato la struttura dove è montata la flangia di innesto obiettivo, ottenendo un corpo compatto e leggero che mantiene un’elevata precisione, una forte resistenza a urti, torsioni e altre possibili deformazioni.

L’aumento delle dimensioni delle particelle sulla superficie esterna della fotocamera fornisce un rivestimento antigraffio di elevata qualità con una durezza superficiale equivalente a 8H.

Il mirino elettronico consente un elevato ingrandimento e un’estrema precisione. Il rapporto di ingrandimento di 0,75x e la risoluzione pari a 3,69 milioni di pixel lo rende leader tra le fotocamere mirrorless. Il display del mirino è straordinariamente fluido, con un ritardo di visualizzazione di soli 0,005 secondi e una frequenza di aggiornamento di 100 fotogrammi al secondo, offrendo al fotografo l’immediata conferma del movimento del soggetto e la posizione della messa a fuoco con grande precisione.

Il monitor posteriore è un LCD “touchscreen” elettrostatico da 3 pollici, inclinabile in 3 direzioni, da 1,04 milioni di pixel, che può essere intuitivamente impostato sull’angolazione desiderata. Inoltre, il “sub-LCD” da 1,28 pollici posto sulla parte superiore della fotocamera, una caratteristica propria della medio formato FUJIFILM GFX 50S, consente l’immediata visione delle informazioni di ripresa.

 

FUJIFILM X-H1 riporta un notevole miglioramento dell’operabilità, con un totale di 19 modifiche, basate sui feedback dei fotografi professionisti:

  • La fotocamera ha un design accurato per una sensazione stabile quando si impugna e per un facile azionamento del pulsante di scatto che garantisce l’azione immediata. Si presenta infatti con un’ampia impugnatura di nuova forma e impiega, per il pulsante di scatto, un interruttore con molla a balestra.
  • X-H1 ha il suono dell’otturatore più silenzioso rispetto a tutte le fotocamere della Serie X, rendendola uno strumento ideale per gli ambienti in cui è richiesta discrezione.
  • Un nuovo pulsante AF-ON è stato aggiunto sul retro della fotocamera. Ciò semplifica il funzionamento della messa a fuoco automatica con il pollice, consentendo al fotografo di utilizzare solo un dito per azionare il pulsante di scatto. Sono state apportate altre modifiche per migliorare l’operatività, compresa la maggiore dimensione dei pulsanti sul retro della fotocamera e miglioramenti sulla presa delle ghiere di comando anteriori e posteriori.
  • X-H1 dispone anche di una leva di messa a fuoco che facilita il movimento rapido e preciso fino al punto di messa a fuoco desiderato.

 

Ampia gamma di funzionalità video per supportare le produzioni cinematografiche

X-H1 è la prima fotocamera della Serie X a includere “ETERNA”, una nuova simulazione pellicola, ideale per le riprese video. Questa modalità simula la pellicola cinematografica, creando colori sobri e tonalità delle ombre intense, migliorando notevolmente la libertà creativa durante la post-produzione. La qualità dell’immagine video della fotocamera è stata migliorata grazie alla nuova capacità di registrare con un elevato bitrate pari a 200 Mbps. La fotocamera vanta un totale di 20 miglioramenti funzionali e prestazionali tra cui la modalità video 1080/120P ad alta velocità (per ottenere slow motion di 1/2, 1/4 e 1/5) per registrare filmati spettacolari, la registrazione F-log*4 su scheda SD facilitando così il flusso di lavoro, una modalità di scatto DCI 4K (4096×2160), un’impostazione della gamma dinamica di 400% (circa 12 stop), un elevato bitrate di registrazione da 200 Mbps, un microfono interno di qualità elevata (24 bit/48 kHz) e il time code.

 

Modalità di riduzione dello sfarfallio e algoritmi AF aggiornati

La modalità di riduzione dello sfarfallio è fondamentale per la fotografia sportiva indoor e X-H1 raggiunge l’obiettivo grazie al sistema mirrorless, consentendo un’esposizione stabile durante le riprese a raffica anche in presenza di illuminazione a fluorescenza e mercurio.

L’aggiornamento dell’algoritmo dell’AF migliora le seguenti prestazioni:

  • Il limite minimo di luce per l’autofocus con rilevamento di fase è stato migliorato di circa 1,5 stop da 0,5 EV a -1,0 EV, aumentando la precisione e la velocità dell’autofocus in ambienti con luce scarsa.
  • La minima apertura utilizzabile per il rilevamento di fase è stata portata da F8 a F11; anche quando si utilizza XF100-400mmF4.5-5.6 R LM OIS WR con il teleconverter XF2X TC WR, è ora possibile utilizzare la messa a fuoco automatica con rilevamento di fase.
  • Sono stati apportati importanti miglioramenti alle prestazioni dell’AF-C durante il funzionamento dello zoom, il che offre notevoli vantaggi durante le riprese sportive e nelle situazioni in cui i soggetti si muovono in modo imprevedibile.
  • I soggetti di difficile messa a fuoco automatica a rilevamento di fase, come le trame di superfici finemente dettagliate, per esempio piumaggio di uccelli e manto di animali selvatici, ora possono essere catturati ad alta velocità e con elevata precisione.

 

*1 5,5 stop raggiungibili con l’obiettivo XF 35mmF1.4

La stabilizzazione dell’immagine a 5 assi è possibile con tutti gli obiettivi XF e XC.

* È possibile raggiungere un massimo di 5,5 stop di stabilizzazione immagine, quando la fotocamera viene utilizzata con tutti gli obiettivi XF che non includono la tecnologia di stabilizzazione ottica dell’immagine.

*2 XF10-24mmF4 R OIS, XF18-55mmF2.8-4 R LM OIS, XF55-200mmF3.5-4.8 R LM OIS

*3 X-Trans è un marchio di fabbrica e marchio registrato di FUJIFILM. Il sensore X-Trans CMOS III utilizza un esclusivo filtro a matrice aperiodica per ridurre l’effetto moiré e falsi colori senza l’impiego di un filtro ottico passa-basso.

*4 Lo spazio colore è definito secondo ITU-R BT.2020.