Workshop sulla gestione del colore con Marco Olivotto

6 Commenti

workshop sulla gestione del colore

Workshop sulla gestione del colore: verranno affrontate le varie problematiche inerenti  alla catena di riproduzione del colore, dallo scatto alla pubblicazione sul Web o alla stampa.

 

Workshop : Il colore che non voleva mostrarsi

Verranno affrontati in maniera pratica gli argomenti principali che ruotano attorno alla gestione del colore: principi, utilizzo dei profili colore, impostazioni del software, spazi di lavoro. Particolare attenzione verrà dedicata al soft-proofing, ovvero alla simulazione a schermo dell’output stampato, e ai suoi vantaggi e limiti.

Workshop a cura di Marco Olivotto

Il workshop si terrà presso Dgtales Racconti Digitali, Via Maria D´Enghien, 8T || 74015 Martina Franca(TA)

 

30 MARZO 2016

 

PROGRAMMA

 

PARTE PRIMA

  • La gestione del colore, questa (s)conosciuta
  • Cos’è un metodo colore
  • Cos’è uno spazio colore
  • Cos’è un profilo colore
  • Cos’è il gamut
  • Come vanno gestiti i profili colore
  • Profili colore di fotocamera (cenni)
  • Impostazioni di Photoshop
  • Impostazioni della Creative Cloud
  • Esempi di possibili flusso di lavoro
  • Errori da evitare

PARTE SECONDA

  • Pubblicare le foto sul Web
  • La stampa in proprio
  • La stampa in laboratorio
  • La stampa tradizionale CMYK
  • La stampa digitale
  • Come realizzare una soft-proof
  • I trabocchetti dei fotolibri
  • Riassunto: mettere tutto assieme
  • Sessione aperta: domande e risposte
Inizia:
06/05/2016
09:30
Finisce:
07/05/2016
18:00
Acquista ora
€86.00
Evento Passato

 

 

[heading heading_size=”H1″ heading_align=”center” heading_style=”bold_title” v_padding=””]MARCO OLIVOTTO BIO [/heading]

[full_width boxed=”true” image_url=”” bg_color=”” h_padding=”15%” v_padding=””]

Photoshop | InDesign | Illustrator | Acrobat

Correzione coloreDan Margulis, padre della correzione del colore in Photoshop, lo ha definito un uomo del Rinascimento per la sua ecletticità e la trasversalità del suo approccio didattico.

Dopo la formazione classica si laurea in fisica e lavora per due anni presso l’Università di Trento nel centro di calcolo della Facoltà di Scienze come responsabile della didattica.

Nel 2007 scopre le opere di Margulis sulla correzione del colore in Photoshop e diventa suo allievo. Frequenta entrambe le classi ACT (Applied Color Theory) e AACT (Advanced Applied Color Theory) dedicandosi poi professionalmente al ritocco e alla post-produzione delle immagini.

Da sempre dedito all’insegnamento in diversi ambiti, dal 2011 si dedica alla diffusione delle tecniche della correzionedel colore in Photoshop. Nel marzo dello stesso anno Francesco Marzoli organizza a Pescara il primo CCC – Color Correction Campus, un corso intensivo di due giorni che porta gli studenti a lavorare materialmente sulle immagini. Attorno al CCC si forma una community di allievi e appassionati che conta tremila iscritti (febbraio 2016). Ai corsi di due giorni affianca numerosi workshop di un giorno (circa sessanta tra il 2011 e il 2015), sia in strutture indipendenti che all’interno di fiere come Photoshow (2012, 2013) e Grafitalia (2013). Partecipa anche al tour Teachers-on-the-Road organizzato da Teacher-in-a-Box. Viene invitato da Canon al Digital Symposium (tre workshop) presso il Pesaro Photo Festival 2014 ed è speaker ufficiale di FESPA Digital (Monaco di Baviera, 2014; Colonia, 2015; Amsterdam,2016).

Nell’anno accademico 2013-2014 ricopre le cattedre di InDesign e Illustrator presso l’Istituto Design Palladio di Verona (IDP), insegnando anche nel corso di Acrobat a fianco di Tiziano Fruet. Collabora con realtà didattiche come ILAS (Napoli), Scuola Romana di Fotografia (Roma), Creative Pro Show (Roma), LABA (Firenze). Nel 2014 assume anche la cattedra di Fotografia presso IDP e quella di Photoshop presso IUSVE (Verona), quella di controllo del processo grafico presso TAG (Trento Alta Formazione Grafica). Insegna correzione del colore presso il corso TWIT (The Woman In Tech) organizzato da Red Oddity di Bolzano. Dal 2015 assume la cattedra di Photoshop presso IUSVE (Venezia), IDP e quella di Desktop Publishing 3 presso TAG.

Insegna fisica della luce, fotometria, colorimetria e acustica nel corso di alta specializzazione Maestro Artigiano promosso dalla Provincia autonoma di Trento in collaborazione con TAG.

Tra il 2011 e il 2015 realizza per Teacher-in-a-Box venticinque tra videocorsi e seminari sulla correzione del colore che rappresentano attualmente la risorsa più organica e globale sulla materia disponibile in lingua italiana. In particolare, dieci seminari vengono raccolti in una serie dedicata esclusivamente alla prestampa e all’utilizzo avanzato del metodo colore CMYK.

Pubblica anche un videocorso gratuito di 2,5 ore sui fondamenti della correzione del colore in Photoshop. Dal mese di luglio 2013 collabora con la rivista Fotografia Reflex che pubblica mensilmente i suoi articoli sul colore.Si tratta attualmente dell’unica risorsa informativa con cadenza fissa in Italia. Nel mese di luglio 2015 esce un capitolo sulla riduzione del rumore scritto da lui nel libro “Lab Color – The Canyon Conundrum (Second Edition)”, edizione del decennale del leggendario libro sul metodo Lab scritto da Dan Margulis nel 2005. Collabora con il web magazine Pentaprism (pentaprismcommunity.org) e con la rivista Italia Publishers.

È consulente in materia di colore per Mondadori, Yoox, Angelini Farmaceutici, FCP Grandi Opere, Areaitalia, Tipolitografia FG, WideGamut, nonché per diversi fotografi professionisti. È testimonial di EIZO (azienda giapponese leader nel campo dei monitor di alta fascia) per l’Italia e con loro partecipa al Photoshow 2015 a Milano. Nel mese di febbraio 2016 diventa Ambassador per EIZO – uno tra i nove individuati dalla casa madre giapponese. Nel 2016 cura l’immagine fotografica del tour di Gianni Maroccolo (membro fondatore di Litfiba, CSI, PGR) relativa al progetto “Nulla è andato perso”, realizzando le fotografie ufficiali per la promozione e seguendo il gruppo in quasi tutte le date della tournée.

Nel tempo libero ama viaggiare, fotografare, frequentare i suoi affetti lontano dalla folla e preferisce un libro alla televisione. Quando gli dicono che lo considerano un esperto di colore digitale pensa che comunque non sarà mai in grado di riprodurre la luce scura e profonda degli occhi di suo figlio Simone. Vive a Nogaredo, sulle colline vicino a Rovereto, dove è nato il 27 gennaio 1965. [/full_width]


6 replies on “Workshop sulla gestione del colore con Marco Olivotto

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 + 3 =